Posted on

Il numero di balene Bitcoin con la capacità di influenzare il prezzo di BTC si sta avvicinando ai livelli del 2017, quando il gettone stava salendo a 20 mila dollari.

La popolazione di balene bitcoin si avvicina a settembre 2017

Il numero di investitori che detengono un’immensa quantità di Bitcoin Era sta iniziando ad avvicinarsi a livelli che la comunità dei crittografi non vedeva da quando la criptovaluta ha raggiunto i 20.000 dollari.

Secondo il rapporto di Glassnode „The Week On-Chain“ del 15 giugno, c’è stata una crescita costante del numero di commercianti di balene Bitcoin (BTC) che detengono 1000 BTC o più a partire da gennaio 2020.

Il sito di crittoanalisi ha detto che ci sono attualmente 1882 di queste balene, numeri che rivaleggiano con quelli del settembre 2017, quando BTC stava iniziando la sua ascesa a 20.000 dollari. Tuttavia, lo stesso numero di balene possedeva grandi quantità di Bitcoin nel marzo 2016, quando il prezzo era inferiore ai 420 dollari.

„Il prezzo di BTC è ora più di 20 volte più alto di quando abbiamo visto per la prima volta queste balene, il che significa che le balene detengono più ricchezze. Tuttavia, il saldo medio detenuto da ogni balena è diminuito durante questo periodo, tanto che le balene detengono ora meno BTC rispetto al 2016 e meno ricchezza (in termini di dollari) rispetto al 2017“.

Potere di muovere i mercati

Il Cointelegraph ha riferito in aprile che molte balene Bitcoin sono HODLER, non muovendo o incassando i loro beni digitali per un massimo di cinque anni anche quando si trovano ad affrontare una significativa correzione di mercato. Durante il bagno di sangue cripto il 12 marzo, quando il prezzo di BTC è sceso fino a 3.600 dollari, molte balene non hanno spostato i loro fondi.

Tuttavia, le balene hanno ancora la capacità di influenzare significativamente il prezzo di BTC. Il 15 giugno, il prezzo della valuta criptata è sceso sotto i 9.000 dollari per la prima volta dopo settimane, quando le balene di BTC hanno liquidato 30 milioni di dollari in lingotti di BitMEX e hanno venduto le loro riserve in altre borse.